Qualunque sia la vostra opinione personale, o le vostre decisioni in merito alla pratica medica della VACCINAZIONE, siete comunque responsabili della scelta che operate, pertanto avete il diritto-dovere di INFORMARVI.




Sii Saggio: Ricerca - Studia - Medita

Mettendo in pratica cio' che hai scoperto sarai in Buona Salute



Per capire cosa è giusto e cosa è ingiusto, non serve bussare alla porta della scienza… Anche la scienza ha bisogno di regole, non puo’ svilupparsi in modo selvaggio o in aperto contrasto alla morale corrente. Una bio-rivoluzione, come la biotecnologia, rimette in gioco non solo gli aspetti materiali della vita, ma la nostra cultura, la nostra visione del mondo, i nostri valori. Ecco perchè diventa urgente gettare le basi di un nuovo contratto tra scienza e società. Il nuovo contratto deve proporsi anzitutto di mettere al riparo la collettività dai rischi connessi all’uso sconsiderato del DNA ricombinante.


Dieta senza muco


 
Il Sistema di guarigione della
Dieta senza Muco 



Pochi sanno che i cibi fatti con la farina bianca e i latticini in genere creano una specie di colla che,  poco per volta, aderisce alle pareti intestinali creando uno strato che impedisce ai nutrimenti di essere assorbiti ed avvelena quelli che riescono ad attraversarlo.

Oggi vengono dati molti nomi alle varie disfunzioni presentate dal corpo umano. Si pensi che la medicina ufficiale cataloga più di 4000 malattie mentre Ippocrate, il primo medico scientifico, ne catalogò circa trecento. Secondo la medicina naturistica le malattie possono ricondursi a due grandi categorie:
1. quelle di origine nervosa (malattie psicosomatiche), 2. quelle dovute all'intossicazione dell'organismo. Secondo il prof. Arnold Ehret's, il corpo umano è paragonabile ad un complicatissimo apparato idraulico, con una grande quantità di condutture e di liquidi in circolazione. Si è calcolato che il nostro corpo è composto di acqua per l'ottanta per cento; ciò significa che una persona di 60 chilogrammi contiene ben 48 litri di acqua che forma i vari liquidi organici ed entra a far parte della costituzione dei tessuti e le ossa del suo corpo.
Appare evidente che l'ostruzione di una delle condutture creerà degli scompensi a tutta la struttura, così come l'ostruzione di uno dei tanti tubicini nel motore di un'automobile può pregiudicarne il buon funzionamento. 

L'infarto, l'embolia, la stitichezza, il raffreddore, l'arteriosclerosi, la gotta, le vene varicose, i foruncoli e la pressione alta o bassa, non sono che alcuni esempi di come una cattiva circolazione dei liquidi possa causare dei gravissimi disturbi. Le cause possono quasi sempre essere imputate all'ostruzione dei condotti, siano essi all'interno od all'esterno dei vari organi.
I calcoli alla cistifellea sono un classico esempio di condotto ostruito, mentre quelli al fegato o reni, dimostrano come i materiali estranei possono accumularsi anche all'interno di un organo specifico. Per comprendere i motivi che possono portare all'ostruzione di qualche tubo o tubicino del nostro organismo bisogna analizzare gli alimenti e come questi vengano digeriti ed assimilati.
Il processo della digestione consiste nel sottoporre il cibo a sostanze in grado di ridurlo in parti piccolissime. Il punto principale di questo processo è lo stomaco dove vengono secreti degli acidi ed in particolare l'acido cloridrico. Lo stomaco serve principalmente per digerire i prodotti animali ed in particolare la carne, il pesce e gli insaccati.

E' ovvio che lo stomaco, essendo fatto di carne, deve proteggersi dagli attacchi degli acidi e lo fa' coprendosi di una sostanza mucillaginosa (una specie di colla) chiamata "muco", che alla fine della digestione passa nell'intestino con il cibo digerito.
La farina bianca ed i prodotti derivati (pane, pasta, pizza, dolciumi, ecc.), durante la digestione diventano una specie di colla; ricordo che in tempo di guerra mi facevano giocare con una colla fatta di farina bianca cotta in poca acqua. Questa poltiglia può essere considerata come una sorgente di muco e costituisce uno dei tanti fattori di inquinamento del nostro organismo.
Nel tempo questo muco diventa capace di attaccarsi alle pareti intestinali, ed altre condutture organiche, e ricoprirle con uno strato sempre più spesso. Il glutine, una sostanza collosa che si trova soprattutto nel grano e perciò nel pane, può anch'esso danneggiare e bloccare i villi intestinali.
Più sotto riportiamo una tabella che illustra in quale proporzione i vari alimenti sono in grado di generare del muco all'interno dell'organismo. Il prof. Arnold Ehret's (e noi condividiamo la sua opinione), ritiene che molte delle malattie siano dovute al muco accumulato in qualche organo o in qualche conduttura, in modo da alterarne il naturale funzionamento.

Ecco alcune malattie e come il prof. A. Ehret ne stabilisce la causa: • Raffreddore: sforzo per eliminare i prodotti di rifiuto (muco) dalla testa, dalla gola e dai condotti bronchiali. • Polmonite: il raffreddore è sceso in profondità. E' presente uno sforzo per eliminare il muco dagli organi più spugnosi: i polmoni. • Reumatismi e gotta: vi sono acidi urici e muco accumulati, la circolazione dell'energia vitale è pertanto carente. • Foruncoli: evidente eliminazione di sostanze indesiderate. • Sordità: accumulo di muco nei condotti uditivi. • Stitichezza: accumulo dei rifiuti nel tratto intestinale

Ognuno di noi, anche se crede di essere in buona salute, ha accumulato fin dalla prima infanzia una certa quantità di materiali di rifiuto in special misura sulle pareti intestinali. Si pensi al proposito che esami di autopsia hanno riscontrato che il 50/60% dei colon esaminati (ultimo tratto intestinale) conteneva fino a 6/7 chilogrammi di rifiuti di cui alcune parti risalenti a diversi anni prima.
Il fatto che una persona abbia lo svuotamento intestinale ogni giorno non significa che sia libera da un accumulo indesiderabile di detriti e prodotti di rifiuto sulle pareti dell'intestino. Questo dipende dal fatto che i villi intestinali sono così fitti e sottili che possono trattenere le sostanze collose (muco) con cui entrano in contatto; sostanze che vi restano letteralmente attaccate.

Risulta evidente che in questo caso le sostanze nutritive, prima di raggiungere il sangue, devono passare attraverso lo strato di rifiuti che agiscono come un "filtro" (purtroppo sporco), che tende a degradare anche un cibo di ottima qualità. Talvolta anche una fame continua, e mai soddisfatta, potrebbe essere ricondotta alla situazione descritta, perchè molti valori nutritivi vengono persi a causa del "filtro" descritto. Inoltre, le diete che includono cibi lenti da digerire, come la carne e i cibi grassi, possono provocare putrefazione e l'insorgere di batteri nocivi che impediscono l'assorbimento delle sostanze nutritive attraverso la parete intestinale.
Il comune raffreddore è un classico esempio di un accumulo di muco nelle vie respiratorie. Il muco, infatti, crea il terreno ideale affinché i microbi possano trovare l'ambiente per moltiplicarsi. Ricordiamo che ogni specie vivente necessita di "terreno adatto" ed il muco è quanto di meglio possiamo offrire per ospitare in noi i microorganismi apportatori di influenze, raffreddori, forme catarrali e così via.

Il succo degli agrumi tende a sciogliere il muco. Questa è la ragione per cui alcuni non sopportano le fragole con il limone. I disturbi da essi riscontrati altro non sono che l'effetto risultante dal muco sciolto che viene riassorbito nell'ultimo tratto dell'intestino immettendo nel sangue una notevole quantità di tossine. Suggerimenti per ridurre il muco intestinale • Iniziare la giornata con un bicchiere di acqua tiepida a cui sia stato aggiunto il succo di mezzo limone (si può dolcificare con poco fruttosio o zucchero di canna). Questa bevanda, presa il mattino a digiuno, rappresenta un ottimo sistema per liberarsi dal muco intestinale e fare provvista di vitamina C. Sarebbe un'abitudine da conservare per tutta la vita. • Evitare i cibi che creano il muco (farina bianca e derivati, riso brillato, uova, formaggi, carne, pesce, salumi e insaccati). • Utilizzare cibi che sciolgono il muco: agrumi, fichi freschi o secchi, uva passa, verdura e frutta cruda in genere. • Usare frutta e verdura cruda possibilmente di stagione. • Due cucchiaini di amaro svedese presi in acqua calda dopo il pranzo, rappresentano una cura assai valida per sciogliere il muco.

Molti non hanno idea, che quando si parla di un colon pieno di feci e muco incistati non si rendono veramente conto che può causare uno stile di vita che non considera fondamentale la scelta del cibo. Oggi più che mai ci troviamo di fronte a una catastrofe, a un mondo che sta diventando obeso e malato sempre più. Questo a sinistra è un colon estratto durante un'autopsia. E' un fatto abbastanza comune trovare un colon come questo durante un'autopsia e avviene sempre più di frequente. Questa immagine penso che possa dare un'idea di quello di cui parlo. Molte persone se ne vanno tranquillamente in giro con un colon come questo, il loro marsupio con la riserva dei veleni.

I quattro gradini per superare la malattia

1 - Il primo gradino per vincere la malattia consiste nel fermare la sua causa. Questo sempre inizia con il riallineamento dei pensieri e dei sentimenti. La decomposizione del corpo (il processo del morire) inizia con i pensieri o i sentimenti “suicidi”, come odio, paura, criticismo, condanna, rimprovero, autocommiserazione, gelosia, risentimento e depressione. La buona salute richiede non solo il controllo delle proprie emozioni, ma anche buoni pensieri e buoni sentimenti. Amore, pace, armonia, calma, gratitudine e approvazione espandono la vita e la luce nel corpo, l'energia creativa, la vitalità e la felicità.

2 - Il secondo gradino verso la perfetta salute del corpo consiste nello smettere di mangiare qualsiasi cibo che non contenga enzimi, forza vitale e nutrienti, dato che i “cibi” senza vita producono muco, tossine e congestioni, specialmente il congestionamento del tratto intestinale. Questo congestionamento è causato da materiale noto come “fecaloma mucoide indurito” ed è la causa di più del 90% di tutte le malattie, escludendo le ferite.Arnold Ehret già nel 1912, per la prima volta nel mondo occidentale, rese nota la presenza di questo materiale ostruente, indicando il muco come il "collante", l'amalgama senza il quale i fecalomi non possono formarsi. Il muco viene indicato come causa primaria della morte "naturale" in testi ispirati dai Veda, che furono scritti circa 10.000 anni fa, dopo che furono trasmessi oralmente da tempo immemorabile. Arnold Ehret spiega nel suo libro "Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco" che il muco, oltre a legarsi con le feci rendendole collose al punto tale da "intonacare" le pareti dell'intestino, penetra poi in tutto l'organismo, fin nei microscopici capillari del cervello. La demenza senile, e anche non tanto senile, è uno fra la miriade di sintomi provocati dalla presenza del muco.

3 - Il terzo gradino per vincere le malattie consiste nel rimuovere gli accumuli induriti da ogni singola parte del corpo. La maggior parte dei professionisti del campo della salute si indirizza solamente all'area locale dove compare il disturbo. Ma come il dottor Bernard Jensen ama dire: “Se tu pesti la coda del gatto, è l'altra estremità che grida”. Non c'è una sola parte del corpo che non sia influenzata dall'intero. Quindi tutte le tossine e i congestionamenti devono essere rimossi, e si deve incominciare dalla rimozione dei fecalomi mucosi induriti. “Fecalomi” è un termine con cui la scienza medica definisce le feci incistate con muco indurito, quindi sono perfettamente a conoscenza dell'esistenza del muco e della tossicità dei suddetti fecalomi. Questa è la definizione da un dizionario medico: “Ammasso di feci indurite che si forma nel retto e nel colon sigmoideo, specie in persone anziane o costrette a letto, in presenza di stitichezza ostinata o di episodi subocclusivi ripetuti” E' alquanto limitata, non fanno alcun riferimento a cosa è dovuta la loro formazione, ma l'idea ce l'hanno, eccome!

4 - Il quarto gradino verso la salute duratura consiste nel fornire al corpo gli elementi di cui ha bisogno con una alimentazione corretta, ma non puoi fare questo gradino prima che il terzo sia completato, o almeno sia vicino al completamento.

Il Rimedio Proprio della Natura un Processo Logico

Non fa senso? Questo processo logico è il rimedio proprio della Natura, eppure è quasi totalmente trascurato dai professionisti della salute. (Quando uso il termine "professionisti della salute", mi riferisco ai medici, professori ecc. della medicina ortodossa, ma anche ai terapisti della medicina alternativa che ragionano con il punto di vista della medicina ortodossa, e che quindi si differenziano solo per il fatto che sostituiscono le erbe ai farmaci di sintesi).
Questo spiega gli innumerevoli fallimenti, perché anche quando si ha successo nel curare uno specifico sintomo, è raro che dopo breve tempo il paziente non ne sviluppi altri in altre parti del corpo. Questo perché si continua a curare il sintomo e non la sua causa. 

Un prominente ricercatore sul cancro, il Dr. Hardin Jones afferma: ”I miei studi hanno dimostrato inconfutabilmente che i malati di cancro che non ricevono trattamenti vivono quattro volte più a lungo dei malati che li ricevono...” Senza ombra di dubbio un intervento chirurgico radicale su di un cancro del paziente fa più male che bene.” Il Dr. Jones è a favore della riduzione degli interventi chirurgici e della chemioterapia.
Secondo Edward Griffin, autore di “A World Without Cancer” (un libro fantastico che suggerisco di leggere al più presto, non credo purtroppo che esista in italiano), escludendo il cancro della pelle, la percentuale di successo che hanno i medici nel curare il cancro è del 17%. Andresti da un meccanico che ti dice che dopo che avrà riparato la tua auto c'è il 17 % di probabilità che il motore riparta? Suggerirei che è il caso di trovare altre soluzioni.

L'universo medico afferma che non esiste cura per il cancro, e quello che è peggio è che non è permesso ad altri di curare. E' illegale, anche per chi sarebbe in grado veramente di curare. Quindi io immediatamente dichiaro che quanto io propongo non cura il cancro. Se poi tu dovessi scoprire che il tuo cancro è scomparso dopo aver fatto il percorso da me indicato, non mi assumo alcuna responsabilità. Dovrai attribuire il merito a te stesso.
La cura del cancro o di qualsiasi altra malattia è conosciuta da decenni da parte degli esperti del campo della salute che comprendono le malattie e la loro causa. Ma è illegale per questi esperti se non sono medici e persino ai medici se non usano i protocolli della medicina ufficiale (che non curano, anzi...). Quale danno per l'umanità. E pensare che ci sono persone in grado di guarire il cancro e a loro non viene permesso di curare legalmente!

E' meglio che stia attento parlando di questo argomento. E' meglio non dire che ogni forma di cancro può essere curata. Nessuna malattia può essere curata se è a uno stadio troppo avanzato o se l'atteggiamento del malato non gli permette di guarire. In ogni caso basandomi sulle testimonianze di persone malate di cancro che sono guarite, e intendo dire guarite, non imbalsamate dalla chemio, oltre a quelle che erano ammalate di diabete, leucemia, malattie di cuore, ecc., devo dire che è innegabile che si debba cambiare metodo se si vuole che quel genere di malattie ritorni ad essere un'eccezione e non un passaggio obbligato che la maggior parte delle persone oggi deve inevitabilmente attraversare.
In un secolo la salute della popolazione mondiale è sensibilmente peggiorata, e nonostante ciò la scienza non perde occasione di vantarsi di aver alzato la soglia dell'età media. Sarà come dicono, ma basta girare gli ospedali e le farmacie per rendersi conto che per molti è una vita non priva di disturbi e malattie che abbassano la qualità della vita. Dopo aver visto qualche persona anziana che ha perduto l'autosufficienza, forse ti è capitato di pensare:”Meglio morire piuttosto che ritrovarsi in quello stato.”

Allontanamento dalla Natura 

All'inizio del '900 le sensate, fondamentali teorie della cura della salute furono cambiate in maniera davvero drammatica. Il maggior cambiamento fu il passare dai metodi di cura della Natura ai farmaci. In aggiunta a questo cambiamento nella cura della salute, a causa di un sempre maggiore utilizzo, grandi quantità di conservanti e sostanze chimiche penetrarono nell'organismo di una fascia sempre più ampia della popolazione occidentale tramite il cibo, l'aria inquinata e i tessuti sintetici. Questo approccio innaturale alla vita ha portato detrimento alla popolazione di allora, detrimento che è sempre più aumentato fino ai giorni nostri. Nella misura in cui si tenta di guarire impiegando farmaci, sostanze chimiche, radiazioni, bisturi e scalpelli, non si potrà mai avere successo.
Se si vuole ridare la salute alla popolazione, o se singolarmente si vuole ottenere la salute perfetta, quella vera, bisogna rivolgersi nuovamente alla Natura e seguire le sue leggi, utilizzando erbe e altri metodi naturali che purificano e rafforzano il corpo. Come le Persone Ammalano Se Stesse e i Propri Figli In breve, le persone si ammalano a causa dei propri pensieri e sentimenti negativi, cibi sbagliati, combinazioni di cibi sbagliate e sostanze chimiche. Tutte queste cose creano congestionamenti e tossine nel corpo.

Mangiare Cibi Devitalizzati

Il nostro corpo è strutturato per nutrirsi di cibi crudi. I cibi che sono stati cotti, congelati, inscatolati o lavorati industrialmente sono cibi morti, anzi non sono per niente dei cibi. Mi sono reso conto che la maggior parte delle persone non ha ancora raggiunto il punto in cui accetterà o comprenderà quello che dico, ma lo dico lo stesso: la vera definizione di cibo è: “Una sostanza che nutre o rifornisce il corpo di energia vitale (ad esempio vitamine, minerali, enzimi, ecc.) quindi rafforzandolo, energizzandolo e costruendolo.” Il cibo non è semplicemente qualcosa da mettere in bocca, masticare e inghiottire. Il cibo non dovrebbe in nessun modo consumare o rubare al corpo i suoi elementi essenziali. I cibi morti o morenti tassano pesantemente il corpo. Considera questi fatti riguardo ai cibi cotti, inscatolati, devitalizzati e lavorati industrialmente: • sono stati privati di molte vitamine • creano tossine • prosciugano la forza vitale dal corpo • distruggono la flora intestinale • avvelenano il sangue, alimentando quindi la malattia • intasano il sistema linfatico del corpo • prosciugano la riserva di enzimi del corpo • sovraccaricano e intasano i sistemi di eliminazione • affaticano il sistema ghiandolare • sovraccaricano il sistema digestivo • causano stress, congestionamento e muco • producono l'ambiente ideale per i parassiti.

La Creazione del Materiale Mucoide 

In aggiunta ai cibi devitalizzati (putrescenti), sostanze molto tossiche come caffè, zucchero, alcool, cibi guasti e droghe (farmaci e le droghe propriamente dette) prese oralmente stimolano il corpo a secernere automaticamente il muco lungo il canale alimentare. Questo è un naturale meccanismo protettivo per prevenire l'assorbimento di tossine. Mangiare sostanze come carne, che di fatto, fin dal primo momento dopo l'uccisione dell'animale è già sulla via della putrefazione, o qualsiasi cosa che sia guasta, da inizio alla produzione del muco. Questo sistema protettivo esiste per preservare l'organismo nell'eventualità di errori. In tal caso i succhi pancreatici possono eliminarlo in pochi giorni.

Comunque, la maggior parte delle persone ha l'abitudine di mangiare cibi tossici ad ogni pasto e spesso fra un pasto e l'altro. Si formano quindi ogni volta degli strati di questo muco che si incollano alle pareti del colon, strati che aumentano per aderenza e consistenza e la missione di salvataggio del pancreas fallisce. Continuando a nutrirsi con sostanze che producono tossine, strati su strati di materia mucoide vanno a tappezzare gradualmente l'intero canale alimentare causando un progressivo indebolimento del corpo. 

Man mano che questi strati vengono prodotti e si incollano sui precedenti, l'azione peristaltica viene sempre più inibita. Qui è dove il problema davvero inizia. Come la peristalsi diminuisce sempre più, la velocità del transito del cibo lungo il canale alimentare diventa sempre più lenta. Diminuendo, i resti del cibo iniziano a marcire prima che escano e perdono la loro umidità e diventano puzzolenti, secchi e collosi. Inoltre hanno la tendenza ad incollarsi alle pareti degli intestini creando strati sempre più spessi di sostanza mucoide. Poi si gonfiano causando protuberanze, diverticolite, colite e altri problemi del colon. Tutte queste sostanze sono estremamente tossiche e la maggior fonte di veleni o “radicali liberi” (la condizione in cui il corpo lavora incessantemente nel tentativo di eliminare il sovraccarico di veleni). 

Tuttavia se questi accumuli non vengono rimossi, il corpo sta combattendo una battaglia che non può vincere e alla fine il sistema immunitario crollerà, il fegato, i reni e la pelle si intaseranno e saranno affaticati, gli enzimi rallenteranno la loro attività e il corpo inizierà a deteriorarsi. E passando i decenni, ogni generazione diventa sempre più debole, come costituzione ereditaria, sistema digestivo, attività mentale e fisica e dieta.

La Dieta Senza Muco non è una delle tante soluzioni, è La Soluzione.

Ovviamente non devi credermi, ma devi provare su te stesso, è l'unico modo per conoscere la verità. Assumere qualcosa per vero senza verificarlo personalmente non potrà mai darti la certezza se qualcosa è vero oppure no. Se vuoi controllare qualcuno, fagli credere per vera una falsità è impediscigli che possa verificare. Questo è il modo in cui funzionano i dogmi. Sono un potente strumento di controllo. 

In conclusione 

Fisiologicamente parlando si deve comprendere che una volta che il corpo inizia il cammino della disintossicazione sta facendo un'inversione di 180°. La sporcizia nel corpo farà di tutto per tentare di convincerti ad abbandonare il sistema di guarigione della dieta senza muco. La guerra psicologica è l'armamento più potente che il tuo corpo userà contro di te. Parliamo ora della questione del peso. Siamo programmati dalla nostra cultura a preoccuparci del peso. In effetti è generalmente accettato che la persona grassa e quella molto magra non sono sani, chi è muscoloso è sano. Quelle persone magre che possono mangiare cibi dannosi in gran quantità senza aumentare di un grammo vengono messe su un piedestallo. 

Tutto in questa cultura è in una posizione invertita. Sappiamo che il paziente magro che sembra avere un forte metabolismo in realtà è il tipo caratterizzato dalla presenza prevalente di acido urico, in cui il muco che introduce mangiando è bruciato dai rifiuti tossici nel suo corpo.
La persona obesa è invece caratterizzata dalla presenza prevalente di muco e il suo corpo immagazzina i rifiuti non eliminati lontano dal cuore e dai polmoni nel tentativo di preservare questi organi. Il tipo fisiologico che si è attualmente ti dirà quanto peso si perderà o si acquisterà e che tipo di transizione il tuo corpo ha bisogno. Durante la dieta il corpo perderà o acquisterà peso secondo le sue effettive necessità. La persona patologicamente magra, dopo un periodo di eliminazione acquisterà peso, se è necessario per equilibrare tutti i sistemi.

Se si è sovrappeso, iniziando a dimagrire le persone cominceranno a chiederti di tutto. Seguendo la dieta ti accorgerai che il mondo cambierà. Non lasciarti dissuadere dalle parole di persone ignoranti che non hanno alcuna idea di cosa stai facendo. La miseria ama la compagnia e alcune persone intorno a te faranno di tutto per sedurti e indurti a ritornare a una vita di dolore e sofferenza. Perdere peso nella fase iniziale è abbastanza comune. I menù della dieta di transizione uniti a brevi digiuni e clistere alleggeriranno i 9 metri del tuo intestino dal carico impacchettato lungo le sue pareti.
Dobbiamo sempre essere pronti per cali fisiologici. Come Ehret dice, in alcuni momenti durante l'eliminazione il paziente si sentirà a disagio, dimagrirà e potrà sentirsi emozionalmente turbato. 

Dobbiamo addestrare nuovamente le nostre percezioni inquinate ad accettare la nostra naturale magrezza. Ognuno soffrirà in maggior o minor misura a seconda del suo modo di essere. L'aspetto mentale ha un'influenza incisiva. Più siamo convinti che quanto ci è stato insegnato nel corso della nostra vita è vero, più sarà difficile seguire la dieta.
Seguendo la dieta di Ehret scoprirai che comporta l'assunzione di uno stile di vita semplice e naturale. Sappiamo ora quali sono gli alimenti inadatti che causano problemi fisici, mentali ed emozionali e quindi è necessario controllare con ogni mezzo cosa mettiamo in bocca. 

Fonte: arnoldehret.it